7a Area d’intervento della Fondazione Rotary “Ambiente”

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

7a Area d’intervento della Fondazione Rotary “Ambiente”

AMBIENTE

Il Rotary sostiene attività che rafforzano la conservazione e la tutela delle risorse naturali, promuovono la sostenibilità ambientale e l'armonia tra le persone e l'ambiente.

Area d’intervento - Dichiarazione su scopo, obiettivi e parametri per l’idoneità

La Fondazione Rotary consente ai soci del Rotary di proteggere, preservare e tutelare l’ambiente nei seguenti modi:

1. Protezione e ripristino delle risorse terrestri, costiere, marine e d'acqua dolce

a. Proteggere e ripristinare gli ecosistemi terrestri e migliorarne la resilienza attraverso iniziative quali la promozione della riforestazione, la prevenzione della deforestazione, la piantumazione di vegetazione autoctona, il ripristino degli habitat e la rimozione di specie vegetali e animali invasive

b. Preservare la biodiversità proteggendo e ripristinando gli habitat, tutelando le specie autoctone, eliminando le specie vegetali e animali invasive, preservando e proteggendo le specie in via di estinzione e prevenendo il bracconaggio e il commercio illegale di specie selvatiche

c. Sostenere le strategie e le iniziative mirate per migliorare la ricarica delle falde acquifere e acque sotterranee, la tutela delle acque, la qualità delle acque, le strutture igienico-sanitarie e

la gestione dei bacini idrici (in conformità con le dichiarazioni della normativa e linee guida dell'area d’intervento Acqua, servizi igienici e igiene)

d. Proteggere e ripristinare gli ecosistemi costieri, marini e di acqua dolce attraverso iniziative quali il ripristino degli habitat, la protezione e la propagazione di specie vegetali e animali autoctone, la rimozione di specie vegetali e animali invasive, attività per contrastare la pesca eccessiva, l'inquinamento, l'erosione costiera e l'acidificazione degli oceani

2. Migliorare la capacità delle comunità e dei governi locali di sostenere la gestione e la tutela delle risorse naturali

a. Sviluppare iniziative di costruzione della pace e prevenzione dei conflitti relative alla gestione e all'uso delle risorse naturali (in conformità con le dichiarazioni della normativa e linee guida dell'area d’intervento Costruzione della pace e prevenzione dei conflitti)

b. Mitigare i conflitti tra esseri umani e fauna selvatica attraverso risoluzioni ecologiche e pacifiche

c. Educare le comunità alla tutela e alla gestione delle risorse per aiutarle a preservare, proteggere e utilizzare in modo sostenibile le risorse naturali

3. Sostenere l'agroecologia e l'agricoltura sostenibile, la pesca e le pratiche di acquacoltura per migliorare la salute ecologica

a. Creare consapevolezza e sostenere un'agricoltura ecologicamente sostenibile attraverso attività come l'agricoltura rigenerativa, l'agricoltura conservativa, il pascolo gestito, il pascolo boschivo e la coltura promiscua degli alberi

Aree d’intervento - Dichiarazione sul regolamento (ottobre 2020) 20

b. Sostenere la pesca sostenibile e l'acquacoltura ecologicamente sana (in conformità con le dichiarazioni della normativa e linee guida dell'area d’intervento Sviluppo economico

comunitario)

c. Promuovere l'uso delle conoscenze tradizionali e indigene nelle pratiche agricole, terrestri, oceaniche e di gestione delle risorse naturali

d. Migliorare la sicurezza alimentare attraverso metodologie agricole, acquacolturali e di pesca sostenibili, migliorare la produzione e il consumo alimentare locale, ridurre gli sprechi

alimentari e garantire un accesso equo ai prodotti alimentari di alta qualità

4. Affrontare le cause dei cambiamenti climatici e delle perturbazioni climatiche e sostenere soluzioni volte a ridurre le emissioni di gas a effetto serra

a. Fornire accesso a fonti locali di energia rinnovabile, compresi i sistemi solari, di cattura del metano e di energia eolica e idroelettrica su piccola scala, nell'ambito di interventi olistici per

mitigare i cambiamenti climatici e le perturbazioni

b. Fornire tecnologie di cottura pulita come parte di un approccio olistico per ridurre o eliminare la combustione di biomassa e combustibili fossili che portano alla deforestazione, ai

terreni degradati o all’aumento dell'inquinamento atmosferico

c. Sostenere la transizione verso modalità di trasporto sostenibili ed efficienti dal punto di vista energetico attraverso la pianificazione urbana e regionale olistica, l’educazione o i

cambiamenti infrastrutturali

5. Rafforzare la resilienza degli ecosistemi e delle comunità colpite dai cambiamenti climatici e dalle perturbazioni climatiche

a. Sostenere le strategie di adattamento e resilienza per gli ecosistemi e le comunità colpite da eventi legati al clima, con particolare attenzione alle fasce vulnerabili della popolazione

6. Sostenere l'educazione per promuovere una condotta che mira a tutelare l'ambiente

a. Sostenere la programmazione dell'educazione ambientale nelle scuole in linea con il piano scolastico del provveditorato locale (in conformità con le dichiarazioni della normativa e linee

guida dell'area d’intervento Alfabetizzazione e educazione di base)

b. Promuovere l'educazione ambientale basata sulla comunità, iniziative di sensibilizzazione e di difesa ambientale, e strategie per facilitare l'impegno e il cambiamento della condotta per

vivere in modo ecologicamente sostenibile, per la tutela ambientale e lo sviluppo sostenibile

7. Sostenere il consumo sostenibile dei prodotti e una gestione ecologicamente corretta dei sottoprodotti per creare un'economia più efficiente sotto il profilo delle risorse

a. Sostenere gli sforzi di pianificazione della comunità per rafforzare le economie circolari attraverso programmi di compostaggio, riciclaggio, upcycling e riutilizzo (per progetti di

gestione dei rifiuti solidi, in conformità con le dichiarazioni della normativa e linee guida dell'area d’intervento Acqua, servizi igienici e igiene)

b. Promuovere il consumo efficiente di cibo riducendo lo spreco alimentare da parte delle imprese locali e delle famiglie

Aree d’intervento - Dichiarazione sul regolamento (ottobre 2020) 21

8. Affrontare i problemi di giustizia ambientale e di salute pubblica ambientale

a. Affrontare gli impatti negativi sulla salute pubblica ambientale nelle comunità attraverso

l'educazione, la sensibilizzazione e attività di sostegno

b. Eliminare e ridurre l'esposizione alle tossine ambientali nelle case, nelle scuole e nelle comunità all'interno delle popolazioni vulnerabili ed emarginate

c. Aumentare l'accesso equo agli alimenti biologici, sani e nutrienti per le popolazioni vulnerabili ed emarginate

I progetti che non mirano a conseguire un impatto positivo, misurabile e sostenibile sull'ambiente non saranno idonei al finanziamento con sovvenzioni globali nell'ambito dell’Area d’intervento Sostegno ambientale. Un progetto di sovvenzione globale di successo richiede un approccio globale e olistico per risolvere questioni specifiche che hanno un effetto dannoso sull'ambiente. La Fondazione Rotary considera le seguenti attività come non rientranti nell’ambito dello scopo dell’area d’intervento e, come tali, non idonee al finanziamento con sovvenzioni globali:

1. Progetti di abbellimento della comunità

2. Sessioni di formazione o educazione con evento singolo

3. Pulizia di fiumi, spiagge o habitat con evento singolo

4. Piantumazione di alberi non facente parte di un quadro e strategia ecologica più ampi

5. Acquisto di crematori come attrezzatura o infrastrutture o installazione autonoma senza un disegno olistico del progetto mirante a ottenere impatti ambientali positivi specifici e misurabili

6. Terapia della natura

7. Programmi di distribuzione alimentare

8. Attività ricreative all'aperto

9. Progetti che coinvolgono solo la costruzione di infrastrutture, l'acquisto di attrezzature o l’addestramento sull'utilizzo di tali attrezzature

Nota Bene: questo elenco non è una lista completa delle attività non idonee. Per maggiori informazioni sui requisiti della realizzazione dei progetti, fare riferimento alle Linee guida per l'ambiente sul finanziamento con sovvenzioni globali (in arrivo).

Elementi di progetti umanitari e squadre di formazione professionale di successo

I progetti con sovvenzione globale per l’ambiente sono:

1. Sostenibili — Le comunità possono continuare a fare progressi nella tutela dell'ambiente e sostenibilità dopo che club e distretti hanno completato il loro progetto;

2. Misurabili - gli sponsor devono stabilire degli obiettivi e identificare metodi di valutazione per monitorare i risultati del progetto.

Aree d’intervento - Dichiarazione sul regolamento (ottobre 2020) 22

3. Dirette dalla comunità - i progetti delle sovvenzioni rispondono ai bisogni identificati dalla comunità ospitante.

Elementi di borse di studio di successo

Le sovvenzioni globali finanziano borse di studio post laurea per professionisti interessati a una carriera correlata all'ambiente. La Fondazione Rotary considera i seguenti punti per la valutazione delle domande di borse di studio con sovvenzione globale:

1. La precedente esperienza professionale dei candidati nel campo dello sviluppo economico comunitario.

2. Programma accademico allineato con l'ambiente, come la gestione delle risorse naturali, l'ingegneria ambientale, la salute ambientale, la tossicologia ambientale, la forestazione, la

gestione della tutela o la giustizia ambientale.

3. I piani di carriera del candidato correlati all’ambiente

Sede del Club

La segreteria del Rotary Club Treviso si trova in Largo di Porta Altinia 22-23 (Tv), è aperta nei seguenti orari: MARTEDI’ 16.00 – 19.00 - GIOVEDI' 16.00 – 19.00 Per informazioni:  rotarytreviso@libero.it

Le ultime notizie

Utilizziamo i cookie per offrirVi un sito web innovativo ed entusiasmante. Utilizzando il nostro sito web e accedendo ai contenuti presenti in esso, si accetta che vengano trasmessi cookie sul Vostro dispositivo